Silenzio di Antonio Noto, un romanzo scritto con uno stile di narrazione fluido, che descrive in modo elegante le vicende e gli incontri vissuti dal protagonista. Sensazioni e parole che ammaliano il lettore, coinvolgendolo in toto nelle relazioni fisiche e psichiche che si susseguono nelle pagine del libro.
Joshua, cinquantenne contabile in una società che si occupa di progettazione, marketing e pubblicità, si è alienato in un lavoro poco gratificante, ma che è costretto a svolgere per la normale sopravvivenza. Sin dall’infanzia, rappresentazioni quasi esoteriche lo proiettano in un mondo di dubbi e quesiti. Ciò lo conduce a sviluppare una particolare sensibilità che difficilmente si integra con la superficialità della vita quotidiana. Vive quasi in idiosincrasia con il genere umano. Riesce a godere di piccoli piaceri scaturiti da cose semplici e da momenti trascorsi insieme alle poche e scelte amicizie che accompagnano i suoi giorni. La vita lo costringe a perdere il suo grande amore; ciò ne condizionerà l’esistenza. Ma Joshua ha sempre la consapevolezza che l’unico sentimento in grado di far superare tutti gli ostacoli e di muovere le montagne è l’amore: nulla lo può fermare.

 Autore Antonio Noto
Genere : Narrativa
Editore : Antipodes
Codice :
Pubblicazione  2014
 Pagine  201

Disponibile su

website

 Social

Email Chat Facebook-logo-png-2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *